OLIO e SALUTE

OLIO  e  SALUTE

L’olio  extravergine di oliva italiano, per tradizioni alimentari, storiche e sociali, è considerato il migliore di tutti. Tra le nostre colline che scendono verso il mare, l’albero dell’olivo ha trovato il suo ambiente e clima ideale. Le centinaia di cultivar, presenti sul territorio italiano, hanno consentito un facile adattamento ai diversi luoghi e terreni.

La produzione dell’olio ha origini antichissime, le sue proprietà organolettiche salutari, sono state studiate e riconosciute da moltissimi ricercatori.  E’ considerato uno dei più importanti alimenti che hanno contribuito alla fama della nostra “dieta mediterranea”, apprezzata in ogni parte del mondo, e considerata un vero e proprio modello di vita in quanto sinonimo di benessere.

Dal punto di vista nutrizionale, per le caratteristiche della sua composizione chimica, l’olio extra vergine di oliva è considerato un prodotto alimentare di grande pregio.

E’ facilmente assimilabile, aumenta la percentuale di colesterolo buono nel sangue e favorisce la secrezione pancreatica. I  suoi acidi grassi, monoinsaturi (oleico) e  polinsaturi  ( linoleico), detti anche grassi essenziali,  sono contenuti nell’olio d’oliva in proporzioni ottimali. Essi, oltre a costituire una importante fonte di energia, hanno un notevole valore “plastico”, partecipando alla costituzione del sistema nervoso e delle membrane cellulari, contribuendo anche, alla formazione di importanti sistemi enzimatici.

L’olio extra vergine di oliva è l’assoluto sovrano fra gli oli vegetali, non solo per i caratteri organolettici particolarmente gradevoli , ma soprattutto per la sua composizione molto più vicina a quella del grasso  presente nel latte materno.

Il suo elevato quantitativo di “Polifenoli” e vitamine, presenti solo negli oli di qualità,  gli conferisce una notevole qualità antiossidante, nei confronti delle scorie nocive prodotte dal metabolismo umano (radicali liberi). Rallenta l’invecchiamento cerebrale, protegge cuore e arterie, previene l’arteriosclerosi, e ultimamente pare che ritardi l’insorgenza del deficit cognitivo e demenza, rallentando un gruppo di malattie note come “Taupatie”.

Premesso ciò, si capisce subito perché i consumi di olio d’oliva, soprattutto di quello con caratteristiche eccellenti , quale l’extra-vergine, sono aumentati notevolmente negli ultimi anni.
Sapore, genuinità, ragioni salutistiche, sembrano prevalere sulle scelte dei consumatori.

Il tuo commento qui

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi